Roma Antica e le sue botteghe


Roma Antica è associata a conquistatori e letterati, ma Roma è stata resa tale anche da artigiani e artisti che svilupparono le conoscenze nei campi professionali.

Quando si pensa alla Roma Imperiale ci vengono immediatamente in mente Giulio Cesare, Augusto e tutti i monumenti che portano i loro nomi e i loro volti. Ma che dire delle mani che hanno davvero realizzato la bellezza dell’Urbe?
Alla base dell’humus creativo della Roma Antica c’erano i mercanti, che portavano in città le materie prime necessarie. Sul sito Capitolivm troviamo una descrizione del loro stile di vita:

I più grandi commercianti e industriali romani erano ricchi quanto i patrizi; per i loro traffici costruivano o noleggiavano intere flotte. Importavano grano dall’Egitto; frutta, verdura, vino dall’Italia; legname e lana dalla Gallia; marmi dalla Toscana e dalla Grecia; olio piombo, argento e rame dalla Spagna; ambra dal Baltico; vetro dalla Fenicia; incenso dall’Arabia; datteri, papiri, avorio dall’Africa; infine spezie, coralli, gemme e sete dall’Asia.

La destinazione di queste merci erano i grandi magazzini vicino ai crocevia mercantili, come i porti fluviali e gli snodi stradali.

Una Taberna dell'Antica Roma

A lavorare le materie prime erano poi gli artigiani, che lavoravano in bottega e vendevano il frutto del loro lavoro. Tra i vicoli di Roma Antica più affollati di botteghe c’erano il Vicus Tuscus e il Vicus Lugarius, stretti e sempre affollati di fanciulli che giocavano, venditori ambulanti e ciarlatani vari. Pare che le vie in questione avessero ai lati due file ininterrotte di negozi tra orefici, fabbri, vasai, mobilieri, tintori, cuoiai, barbieri e molte altre professioni immortali, come muratori, stuccatori, mosaicisti.

Avevano poi uno spazio particolare le tabernae, i luoghi dove si beveva in compagnia e spesso si giocava d’azzardo con i dadi. Queste strutture spesso avevano il bancone rivolto direttamente sulla strada e reso appariscente da maioliche o mosaici colorati, gli antesignani delle nostre insegne.

E’ interessante immaginare questo lato autentico di Roma Antica, il cui spirito forse vive ancora in alcuni vicoli.

Condividi con:


Lascia un commento

Connect with:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *