Un crowdfunding per aiutare la palestra popolare del Quarticciolo


Nata nel locale caldaia di un palazzo Ater abbandonato. I lavori sono stati finanziati dagli abitanti della borgata e i guadagni vengono investiti per l’assicurazione, le bollette e la manutenzione. Oggi la palestra ha bisogno di aiuto per continuare a sopravvivere, per questo motivo è stato lanciato un crowdfunding

Tre anni di aggregazione, sport, formazione in una borgata in cui manca tutto: abbiamo fatto tutto da soli ora vi chiediamo un aiuto.

Quando ad agosto del 2015 siamo entrati per la prima volta nei locali di Via Ostuni 4 erano in pochi a credere che sarebbero potuti diventare una Palestra Popolare. L’impegno quotidiano e il sostegno degli abitanti della borgata hanno reso possibile questo sogno.

In un quartiere in cui ai ragazzi mancano alternative alla vita per strada, dove sono in moltissimi a non iscriversi nemmeno alle superiori, dove fare sport era un privilegio concesso solo a chi poteva permettersi strutture private, abbiamo costruito una comunità basata sulla solidarietà.

Una palestra di pugilato e parkour che coniuga l’inclusività con l’alta qualità della preparazione sportiva, un progetto di formazione a 360° che parte dallo sport per arrivare alle aule delle scuole medie, nel teatro comunale, nella piazza del quartiere.

Oggi la palestra è uno spazio di riferimento per decine di persone di età diversa.

L’impegno completamente gratuito degli istruttori dei corsi, di chi fa le pulizie, di chi segue gli aspetti amministrativi, di chi ha fatto il lavoro di recupero dell’immobile ci consente di permettere a tutti di fare attività sportiva a un prezzo simbolico.

Per permettergli di farsi una doccia dopo l’allenamento e per riscaldare l’ambiente vogliamo comprare una caldaia a pellet.

Per partecipare al crowdfunding ed effettuare una donazione cliccate qui

Fonte: DInamo Press


Informazioni su #RomaCreArtigiana

… la web community delle Arti e dei Mestieri, della Creatività e della Cultura #MadeinRome … dedicata ai CreArtigiani, alle Comunità, alle Imprese e al Turismo !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.