Tarquinia e Cerveteri: artigiani etruschi in mostra


Il Museo Nazionale Cerite e il Museo Nazionale archeologico di Tarquinia ospitano fino al 31 ottobre una mostra sugli artigiani etruschi.

Conoscenze, tradizioni e antichi metodi di produzione sono gli argomenti al centro di una mostra al Museo Nazionale Archeologico di Tarquinia e al Museo Cerite. Protagonisti gli antichi artigiani, come i loro colleghi romani sempre impegnati e all’opera.

La rassegna segue le tracce alcuni oggetti delle collezioni, percorrendone la storia e le metodologie di produzione. L’esposizione, curata da Andrea Cardarelli e Alessandro Naso sarà arricchita da importanti prestiti dal Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia e dalla Tomba Regolini Galassi.

Molti degli artefatti provengono dalle necropoli di Cerveteri e Tarquinia e sono messi in risalto in un percorso affascinante che ci dà uno scorcio sulla vita e sul lavoro nell’antichità.

L’iniziativa è parte di ArtCity Estate 2019, progetto che permette al Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, di fare rete con le amministrazioni e garantire la valorizzazione della cultura.

Il focus sull’artigianato etrusco è figlio delle nuove direttrici di ricerca dell’archeologia, volte a riscoprire anche i metodi di produzione dell’antichità.
Tra gli oggetti, vi sarà anche una riproduzione di un elmo bronzeo, costruito imitando quello che si suppone fosse il metodo originario.

Affrwsco raffigurante un banchetto etrusco, ritrovato a Tarquinia

Affresco in una tomba a Tarquinia

Dettagli e orari

La mostra si avvale di un comitato scientifico composto da archeologi, storici dell’arte e museologi. Tra questi citiamo: Fernando Gilotta (Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”), Barbara Jatta (Direttrice dei Musei Vaticani), Laura Michetti (Sapienza Università di Roma), Marina Micozzi (Università degli Studi della Tuscia), Marco Pacciarelli (Università degli Studi di Napoli Federico II), Enrico Parlato (Università degli Studi della Tuscia), Maria Antonietta Rizzo (Università di Macerata).

Le sedi della mostra oltre ai già citati Musei includono la Necropoli della Banditaccia di Cerveteri e la Necropoli di Monterozzi di Tarquinia.

E’ visitabile dal martedì alla domenica tre le 8:30 e le 19:30. Sono previste diverse modalità di fruizione perciò il biglietto è di 6 euro (ridotto 2 euro) per una sola sede, 10 euro per Museo e Necropoli (ridotto 4 euro), valido per due giorni. Infine il biglietto per tutte le sedi è di 15 euro (ridotto 8 euro) valido per sette giorni.

Condividi con:


Lascia un commento

Connect with:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *