Rome Vintage Day: l’esperienza di Giulia


Giorni fa avevamo parlato del Rome Vintage Day evento che univa artigianato, musica e spettacolo. Ecco l’esperienza di Giulia, una delle espositrici

Il 5 gennaio i locali di WOOD in Via Tuscolana hanno ospitato il Rome Vintage Day, evento che celebra il concetto di vintage con musica arte e tanto artigianato. Ci aveva colpito in particolare l’idea che i privée fossero dedicati interamente a stand artigiani, assegnati senza richiedere una quota agli espositori.

Giulia Palmer, artista della bigiotteria e parte della community di Roma Artigiana & Creativa è stata all’evento come espositrice ed ha accettato di raccontarci la sua esperienza.

Ciao Giulia, come ti sei trovata nei locali di WOOD?

Mi sono trovata benissimo. Faccio diversi mercatini, infatti sono attiva da tre anni, e sono stata colpita dalla precisione nell’organizzazione. Una precisione maggiore rispetto ad altri mercatini che tendono ad essere caotici.

Le ragazze (tra cui Simona Paolucci, organizzatrice dell’evento, ndR) sono state fantastiche ed il locale era grande, pulito e accogliente.

La commistione tra musica, intrattenimento e artigianato ha funzionato per te?

Nel mio caso, sì! Faccio una bigiotteria ispirata al vintage e all’antico, quindi ero nel tema della serata.

Come miglioreresti l’evento?

Non tenendo gli espositori solo nei privée, ha creato troppa divisione tra i diversi lati dell’evento, ma per il resto le ragazze mi sono piaciute molto.

Insomma un’esperienza fruttuosa, che spinge Giulia a consigliare il Rome Vintage Day anche ad altri espositori. Speriamo che quella di Giulia sia solo la prima di una serie di esperienze positive da condividere insieme.

 

Condividi con:


Lascia un commento

Connect with:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *