MyTakeIt: il cliente propone il prezzo


Oggi vi parliamo di un’opera del Made in Italy digitale: MyTake, una piattaforma che aiuta a pianificare le vacanze, permettendo all’utente di proporre il prezzo del pernotto.

L’er delle agenzie di viaggio sembra essere al tramonto, piattaforme digitali come Booking, Expedia, etc. sono diventate il mezzo principale per scegliere dove prenotare durante una vacanza. Tuttavia, pur scegliendo la destinazione e il tipo di struttura, il prezzo viene fissato dagli albergatori e spesso, tra commissioni e prezzi nascosti, ci si trova tra le mani un prezzo diverso da quello che siamo disposti a spenderli. MyTakeIt, nasce per ribaltare questo meccanismo.

Frutto degli sforzi di Tiziano Schiappa, Emanuele Gradi e Giulio Blasi, MyTakeIt permette all’utente di selezionare per prima cosa il prezzo, oltre alla destinazione, e solo allora il loro software cercherà la struttura alberghiera che lo garantisce. Il tutto senza costi ulteriori o sorprese all’ultimo momento.

Una schermata con MyTakeIt

Per capire meglio da dove nasce il meccanismo di MyTakeIt abbiamo intervistato Tiziano Schiappa, ideatore della piattaforma e fondatore della compagnia.

MyTakeIt rovescia il rapporto tra cliente e prezzo, da dove viene questa idea e come diventa realtà?

Questa idea è nata da un sogno. Dal 2006 gestisco una piccola struttura familiare e dunque conosco il mercato alberghiero. In più ho l’animo da viaggiatore cronico. Una volta, a New York avevo un budget limitato e non riuscivo a trovare un luogo dove pernottare. Così mi chiesi: possibile che non ci sia nessuna piattaforma che ti fa scegliere tra diverse soluzioni a partire dal prezzo. Quando mi sono reso conto che effettivamente non esisteva, ho fatto una ricerca di mercato e alla fine ho detto: “facciamolo!”

Così abbiamo dato vita a un servizio innovativo, che mette al centro l’utilizzatore.

Quali sono i vantaggi di MyTakeIt per le strutture alberghiere?

Li abbiamo scoperti col tempo, nei tre anni in cui sviluppavamo la piattaforma: spesso l’incertezza del prezzo e le cancellazioni gratuite finiscono per lasciare all’ultimo momento gli albergatori con delle stanze sfitte. Con questo sistema invece, il prezzo è già fissato e dunque anche il guadagno. Dato che il cliente sa già quanto vuole spendere, non è prevista la cancellazione e l’albergatore ha il guadagno garantito.

Le strutture con noi possono fare prezzi bassi, perché anche la commissione è più bassa.

Al momento MyTakeIt è focalizzata sul settore alberghiero, ma il suo principio è applicabile anche ad alti mercati, avete pensato ad estendervi ad altri settori?

Sì, abbiamo capito per caso, parlando con alcune persone all’interno delle compagnie aeree, che questo principio può essere applicato anche altrove. Può essere una ventata d’aria fresca in un settore che comunque è saturo al momento.
Stiamo già pensando nei prossimi anni di espanderci al settore dei voli, dove potremmo arrivare ad offrire servizi con volo e pernotto ad un prezzo già fissato.
Il meccanismo è quello delle vecchie agenzie di viaggi, in cui per prima cosa si diceva all’addetto quanto si voleva spendere e l’agenzia provvedeva a non sforare il budget.

L’avventura che questi tre ragazzi hanno intrapreso per creare questa piattaforma innovativa non è stata senza intoppi. Tutto ciò che hanno ottenuto è una loro conquista, infatti in questi tre anni si sono autofinanziati, poiché all’inizio la loro idea sembrava troppo impegnativa.
Sia realtà imprenditoriali che acceleratori di start-up ritenevano l’idea irrealizzabile, perciò hanno dovuto fare affidamento solo su se stessi.
Oggi la soddisfazione è immensa e già pensano ad espandersi anche al mercato estero. Uno sviluppo che seguiremo con grande interesse.

Condividi con:


Lascia un commento

Connect with:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *