Mirta la pelletteria online


Una start up di nome Mirta vuole permettere ai migliori pellettieri italiani di aprire le porte delle proprie botteghe da qualsiasi angolo del mondo

Un luogo virtuale dove aggregare le migliore botteghe di pelletteria italiana: è questo lo scopo di Mirta, start-up che ha deciso di rivolgere lo sguardo all’artigianato.

L’idea nasce da due giovani, Martina Capriotti e Ciro Di Lanno, che hanno trasformato la loro passione per l’artigianato in un progetto al servizio dei maker , coniugando tradizione e innovazione.
Mirta mette al centro le creazioni e la firma di ciascun artigiano, rendendolo accessibile da ogni parte del mondo e proponendo un  e-commerce che non dimentica la storia dietro ogni prodotto.

La piattaforma tratterà esclusivamente pelletteria lavorata a mano e farà da ponte tra il produttore e il consumatore finale senza intermediari.
Mirta intende promuovere i migliori pellettieri italiani, produttori di veri e propri pezzi d’arte, per aprire nuove frontiere commerciali per un settore minacciato dalla produzione industriale.

Il nome Mirta viene dalla pianta del mirto. E’ infatti simbolo di vita e positività fin dai tempi dei romani, che se ne fregiavano il capo prima di partire per le loro campagne. Rappresenta perciò al contempo lo spirito pionieristico e quello di amore per l’estetica.

I fondatori di Mirta

In particolare Mirta è il frutto degli studi di Martina Capriotti e Ciro Di Lanno, che dopo del tempo alla Boston Consulting Group, hanno deciso di combinare passione ed esperienza al servizio dell’artigianato italiano.

Si tratta di un altro progetto che vede nella tecnologia una possibile frontiera dell’artigianato tutta da colonizzare. Già in passato infatti avevamo parlato del potenziale di ApplaudArt, un social network dedicato ad artisti e professionisti del fare.

Un altro tassello dunque, in un mosaico che ci  mostra le botteghe del nuovo millennio: pronte alla sfida digitale.

Condividi con:


Lascia un commento

Connect with:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *