Mercati Romani in festa: musica, spettacoli e corsi a tema


Da Magliana a Casal de’ Pazzi, dall’Appigliatore al Trieste, passando al Nomentano fino al Tufello e a Val Melania: sono diverse le iniziative previste dall’iniziativa “AnimiAMO i mercati” fino a sabato 25 maggio. L’assessore Cafarotti: “Non solo luoghi di compra-vendita, ma anche poli di trasmissione del sapere professionale”

I mercati della Capitale si aprono alla città e ai cittadini, si popolano di iniziative socio-educative, di percorsi didattici e culturali, di attività formative e corsi d’informazione legati ai temi dell’educazione alimentare e ambientale, ma anche dell’artigianato, del riciclo e del riuso. Fino a sabato 25 maggio si svolge la settimana capitolina dei mercati rionali. L’iniziativa si chiama “AnimiAMO i mercati” ed è nata per valorizzare i plateatici romani come centri di aggregazione civica e culturale, e per potenziarne l’appeal realizzando eventi pensati per le realtà produttive e socio-culturali dei quartieri.

Tra i mercati che hanno aderito all’iniziativa: il mercato Magliana di via Fauglia, nell’XI municipio, che resta aperto ogni sera e fino a venerdì fino alle 22. Il 25 maggio, invece, è in programma la “Notte Bianca al Mercato”: dalle 17 alle 24 i banchi restano aperti con tanto di musica, spettacoli e animazione per i bambini. “Il tutto – sottolinea il Municipio – per porre l’accento sull’importante funzione sociale cui questo luogo assolve nel contesto del quartiere”.

Riflettori puntati sulla differenziata e il riciclaggio, invece, al mercato Appigliatore di Ostia Lido, nel municipio X, con il “Project Plastic Recycling”: buoni spesa in regalo, in cambio di bottiglie e lattine, palloncini biodegradabili. E poi ancora, giochi e laboratori didattici per i più piccoli. Ampio spazio anche al teatro delle marionette con spettacoli inerenti la salvaguardia dell’ambiente e molto altro ancora. All’interno dei box commerciali, poi, ci sarà inoltre un distributore di acqua, che Acea Acqua ha installato da tempo, e a cui si può attingere utilizzando bottiglie proprie.

Ad animare il mercato Casal de’ Pazzi, nel IV municipio, che ha coinvolto gli alunni delle scuole limitrofe al plateatico: serate di musica, tango e degustazioni. E ancora, laboratori di prodotti artigianali e gastronomici. Anche il municipio II ha aderito all’iniziativa con il mercato Trieste di via Chiana, attivo e solidale grazie all’iniziativa “Non solo pane”, che prevede la raccolta di frutta, verdura, salumi e formaggi da devolvere alla Comunità di Sant’Egidio.

E poi ancora, sempre nello stesso municipio, ecco i mercati Montesacro e Nomentano. Quest’ultimo impegnato in questi giorni nel riciclo di materiali comuni. Per l’occasione saranno realizzati ad esempio gioielli con le veline della frutta, lavorate con legno, alluminio, ottone e resina.

Continua a leggere su Roma Repubblica

Condividi con:


Lascia un commento

Connect with:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *