“Made in Mediterraneo”: cercasi apprendisti


Confratigianato Imprese Ritei cerca giovani da inserire nelle imprese artigiane nel cratere del terremoto in Centro Italia con “Made in Mediterraneo”

L’artigianato e la creatività sono molle di rinascita. Lo sono per riqualificare un luogo dal degrado, così come per andare a ricreare un tessuto sociale dopo una catastrofe. E’ il caso ad esempio della Casa delle Donne di Amatrice, che ha riportato speranza nella zona colpita dal sisma del 2016. “Made in Mediterraneo. Tessere innovazione e artigianato”, promosso dalle ACLI Provinciali di Roma e Confartigianato si immette su questa scia promuovendo l’inserimento di due apprendisti nelle botteghe artigiane del cratere.

Il progetto dunque selezionerà due imprese artigiane e tenterà di tracciare un modello di crescita, guidando le botteghe selezionate nelle formazione di due giovani apprendisti.

Confartigianato Imperese Rieti (logo)

Questo avrà un duplice obiettivo: da un lato l’apprendista avrà modo di conoscere e fare proprie le competenze tecniche di un mestiere, l’artigiano avrà un aiuto in bottega. Ad ogni artigiano verrà concesso un contributo con il quale potrà retribuite l’apprendista e portare avanti la propria attività.

La selezione degli artigiani verrà effettuata sulla base delle candidature da Confartigianato Imprese Rieti e sarà sempre l’associazione di categoria a individuare gli apprendisti.

Per partecipare al progetto si può inviare la domanda di ammissione all’indirizzo e-mail: info@confartigianatorieti.it, o PEC confartigianatori@legalmail.it, entro il 3 agosto 2019.

Un’ulteriore conferma del ruolo centrale che l’artigianato ha nella ricostruzione di queste zone e delle opportunità professionali che offre ai giovani.

Condividi con:


Lascia un commento

Connect with:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *