La Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese


Un nuovo format per la 49esima edizione della Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese dal 1 al 25 agosto nel Palazzo dell’Artigianato in via Roma 28, a Guardiagrele.

Dopo il successo di iniziative simili, la mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese è pronta a stupire con la sua nuova edizione.
Uno dei temi centrali sarà la carta, un materiale il cui ruolo nel mondo digitale è stato del tutto reinventato.

Il fascino della carta passa per libri in disuso, presenti nelle installazioni artistiche, per il suo elemento grezzo, il legno, presente nella scenografia, nei rami e nei fuscelli intrecciati. Fogli di libri antichi andranno a comporre delle sculture di carta e gli origami dell’artista giapponese Haruka Seki arricchiranno l’opera.

Il Palazzo ospiterà delle aree dedicate al restauro e al recupero, riorganizzando i suoi ambienti in modo da mostrare aree normalmente ignorate della struttura.
Saranno oltre cento gli espositori che il “saper fare” abruzzese, coadiuvato da ben 20 new entry che si avvarranno anche delle nuove tecnologie.

49esima mostra dell'Artigianato Artistico Abruzzese (locandina)

Rivedremo in mostra antichi mestieri tornanti in auge, come impagliatori, ebanisti e artisti del vetro, tornati in auge grazie a mezzi contemporanei.

L’elemento in cui i giovani sono stati maggiormente coinvolti è quello della comunicazione, realizzata secondo uno stile museale grazie all’Università Europea del Design di Pescara.

La mostra è curata dall’antropologa Sara D’Intino, dall’illustratrice Annamaria Mancini e dal designer Matteo Coccia. E’ stato inoltre realizzata grazie all’Ente Mostra Artigianato Artistico Abruzzese. Ha inoltre il patrocinio della Regione Abruzzo, Assessorato alle Attività Produttive, della Camera di Commercio Chieti-Pescara e del Comune di Guardiagrele.

L’inaugurazione sarà il 31 luglio 2019 alle ore 18.00 in largo Pignatari. L’evento proseguirà fino a fine agosto, dalle 10.30 alle alle 23.00, con una pausa tra le 12:30 e le 16:00.

 

Condividi con:


Lascia un commento

Connect with:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *