Eccezionale scoperta a Pompei: riaffiora l’affresco di Narciso che si specchia nell’acqua


Dopo la scoperta dell’affresco con Leda e il cigno, gli archeologi individuano un nuovo tesoro all’interno degli scavi di Pompei. Nell’atrio della stessa “domus” viene riportato alla luce un altro strepitoso affresco raffigurante Narciso che si specchia nella sua immagine, secondo l’iconografia classica

Ecco Narciso che si specchia nell’acqua, il nuovo, straordinario affresco riemerso dagli scavi della Regio V di Pompei. L’immagine è al centro di una parte nella stessa stanza che già aveva restitutito mesi la l’immagine di Leda con il cigno. Riemerge così un’alcova sensuale e raffinata.

Si tratta di un’elegante dimora che, già dal corridoio di ingresso, accoglieva gli ospiti con l’immagine vigorosa e di buon auspicio del Priapo, anche essa già documentata mesi fa e in analogia con quella della vicina Casa dei Vettii.

“La bellezza di queste stanze, evidente già dalle prime scoperte – spiega la direttrice ad interim del Parcom archeologico di Pompei, Alfonsina Russo – ci ha indotto a modificare il progetto e a proseguire lo scavo per portare alla luce l’ambiente di Leda e l’atrio retrostante”.

Nell’atrio di Narciso è visibile l’impronta delle scale che conducevano al piano superiore. In un sottoscala, invece, sono stati ritrovati una dozzina di contenitori in vetro, otto anfore e un imbuto in bronzo.  Accanto all’impluvio (la vasca pavimentale per la raccolta delle acque piovane al centro dell’atrio) è stato trovato un secchio in bronzo.

Continua a leggere su Repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *