Roma e Milano, la sfida eterna vista dal mondo dei creativi


Al via al Palazzo delle Esposizioni della capitale Design Match: incontri e scontri tra progettisti e protagonisti del mondo della cultura e della tecnologia su temi d’attualità, dalla mobilità all’intelligenza artificiale. E il primo appuntamento è un classico italiano

Che cosa può fare il design per le nostre vite e per le nostre città? Moltissimo, se intendiamo questa parola nel suo significato più ampio, ovvero di cultura del progetto e non soltanto di arredamento, moda e stile.

Al design come approccio alle macroquestioni del nostro tempo, dalla mobilità cittadina alla lotta alla burocrazia passando per l’intelligenza artificiale e la sua dialettica con il fattore umano, s’ispira Design Match, il ciclo di incontri che prende il via a Roma sabato 27 ottobre alle ore 11 nell’auditorium del Palazzo delle Esposizioni.

Ideato e organizzato da Adi, associazione per il disegno industriale – delegazione Lazio, dall’associazione e webmagazine Cieloterradesign e da Studio Algoritmo in collaborazione con Azienda Speciale Palaexpo, Design Match è un ciclo di incontri dinamici in cui due protagonisti del mondo della creatività o della cultura sono invitati a confrontarsi davanti al pubblico su un argomento di attualità, offrendo ciascuno la propria visione e la propria proposta di soluzione a un problema.

Insieme ai due ospiti, l’altro protagonista dei match è proprio il design, inteso nel suo significato più ampio di driver del cambiamento e dell’innovazione, la leva che può innescare quei meccanismi che aiutano una comunità a crescere e a vivere godendo di servizi di qualità, efficienti e condivisi.

Nel corso dei quattro Design Match saranno esplorati temi di grande attualità come quello dell’intelligenza artificiale e dei suoi rischi, si discuterà di mobilità sostenibile, burocrazia e, ancora, di come il design può lavorare sulle emozioni per avere città più pulite, servizi efficienti e cittadini consapevoli e soddisfatti.

Il primo match, il 27 ottobre, è un classico: “Roma versus Milano, bellezza immobile contro futuro che avanza”. Per l’occasione si sfideranno Stefano Mirti, animatore della scena culturale milanese e curatore lo scorso inverno di una mostra di grande successo alla Triennale di Milano, “999 domande sull’abitare”, e Francesco Dobrovich, cofondatore dell’agenzia Nufactory, protagonista con il festival Outdoor della scena creativa romana degli ultimi anni.

La più vecchia delle sfide italiane all’insegna del campanilismo sarà declinata mettendo in luce gli aspetti organizzativi della vita culturale nelle due città.

Fonte: Repubblica


Informazioni su #RomaCreArtigiana

… la web community delle Arti e dei Mestieri, della Creatività e della Cultura #MadeinRome … dedicata ai CreArtigiani, alle Comunità, alle Imprese e al Turismo !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.