Collettivo 22: artigianato artistico al femminile


A Palermo è nata una nuove iniziativa di valorizzazione del centro storico all’insegna dell’artigianato artistico, tutto al femminile: è il Collettivo 22

In un contesto in cui l’artigianato creativo cresce nonostante tutti gli ostacoli e si dimostra un motore di nascita per molti luoghi che ne hanno bisogno. Ancora una volta è un gruppo di donne a fare la differenza con il Collettivo 22.
Si tratta di un’iniziativa nata a Palermo, che vede coinvolte tre artiste artigiane, Silvia Napoli, Giusi Passamonte ed Eleonora Reina, creatrici di brand innovativi.

Silvia Napoli porta il suo estro nella creazione di borse, monili e accessori, realizzati con materiali di recupero, Giusi Passamonte si occupa invece delle collane delle tessiture “no tools” e di filati pregiati che diventano sciarpe ed altri prodotti. Eleonora Reina invece offre gli acquerelli, i taccuini ed altre creazioni grafiche innovative.

Logo dell'Asseociazione Libei Artigiani-Artisti Balarm Palermo

Leggi anche: Body Positive: tra shopping e psicologia

L’attività è giovanissima, inaugurata appena ieri, 7 luglio, e si trova nel centro storico di Palermo, in via 4 aprile 12.
Promossa dall’associazione ALAB, associazione di laboratori artigiani che cerca di rivalorizzare il centro di Palermo.

L’idea di fondo è quella di creare una rete diffusa di micro economia che, se da una parte crea sviluppo, dall’altra permette il presidio di un territorio che rischia l’abbandono. ALAB, conta oggi circa ottanta laboratori e trecento soci, e vuole diventare un motore propulsivo per la nascita di varie botteghe artigianali-artistiche.

Un progetto di grande pregio, frutto dell’impegno e della volontà di molti artigiani consociati. Perché uniti si può davvero fare la differenza.

 

Condividi con:


Lascia un commento

Connect with:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *