Andrea Gandini: lo scultore di alberi


Passeggiando per Roma vi capiterà di passare accanto a ceppi d’alberi trasformati in street art: dietro c’è Andrea Gandini scultore 22enne romano

In piena Rome Art Week vogliamo soffermarci su una particolare forma d’arte che i più attenti osservatori romani avranno già notato. Parliamo di quelle sculture inaspettate che ridanno vita agli alberi tagliati della Capitale. Grazie a un recente articolo di Funweek sappiamo un po’ di più sull’artista che ha creato queste sculture: Andrea Gandini.

Ventiduenne romano, questo street artist incide volti, paesaggi o animali nel legno, creando così angoli d’arte inaspettati.
La sua avventura artistica comincia tra i banchi di scuola, quando frequenta il Liceo Artistico e si cimenta con la creta.

Dopo le sue prime opere, decide di passare ad un nuovo materiale, il legno, vitale e pieno di potenzialità.
Passeggiando per la strada si imbatte nei tanti alberi morti, di cui rimangono solo ceppi abbandonati e da lì nasce l’idea di donare loro nuova vita.

Andrea Gandini: figure umane scolpite in un pino

Camminando per Roma possiamo incontrarne parecchie, anche nei parchi come Villa Pamphili, dove molti pini abbattuti perché malati sono diventate opere d’arte.

Divenuto un fenomeno internazionale grazie alle foto dei turisti stranieri, Andrea Gandini rischia però di essere multato per la sua vena artistica, a causa dei restrittivi (ma sacrosanti) regolamenti sul decoro urbano.

Si spera che questo inghippo legale venga presto superato con un’autorizzazione ad hoc, visto che la produzione di Andrea Gandini arricchisce la nostra città a partire da quelli che potrebbero essere considerati elementi di degrado.

Chissà che non sia il punto d’inizio di una lunga carriera artistica, noi sicuramente glielo auguriamo.

Condividi con:


Lascia un commento

Connect with:




Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *