Torna open house: un weekend nei luoghi sconosciuti di Roma


Sabato 12 e domenica 13 maggio torna Open House Roma, il grande evento internazionale pubblico e totalmente gratuito che apre le porte di edifici storici, architetture contemporanee, luoghi di eccellenza della città.

Giunta alla settima edizione, quest’anno dedicata al ‘Fattore Umano’, l’iniziativa è un’occasione unica per visitare residenze, palazzi, istituzioni, zone archeologiche o studi creativi abitualmente non accessibili: un weekend alla scoperta di luoghi speciali e sconosciuti della Capitale.

«Open House Roma esiste ed è resa possibile grazie alla partecipazione di centinaia tra progettisti, volontari, militanti culturali che lavorano con noi: il nostro fattore umano, che abbiamo omaggiato attraverso una nuova campagna fotografica pensata per raccontare le architetture e le persone che le animano – ha spiegato il direttore Davide Paterna -. L’architettura da sempre disegna i luoghi dove viviamo e interagiamo con gli altri e dove si formano le comunità, per questo abbiamo voluto evidenziare il valore del fattore umano come elemento che sottende alla progettazione, alla realizzazione, alla cura e all’uso delle architetture selezionate per questa edizione».

Il programma, presentato al Maxxi, coinvolge circa 200 siti e individua, anche per il 2018, 5 aree tematiche: città della conoscenza, attraversare la storia, architettura del quotidiano, abitare, patrimonio creativo. Nel 2017 l’evento ha visto oltre 50mila visite guidate nei 60 siti, 60 eventi speciali e 18 tour.

 

Tra gli itinerari in programma quello inerente a Roma sotterranea che permetterà, tra le altre cose, di vedere gli stucchi raffinati della Basilica sotterranea di Porta Maggiore, il Mitreo di S. Prisca all’Aventino, le Case romane al Celio, la città dell’acqua sotterranea Vicus Capraricus, i resti dei Castra Praetoria e lo spazio Bunker a San Lorenzo fino al rifugio antiaereo all’Eur. Tra i percorsi legati all’acqua, con la collaborazione di Acea, saranno accessibili e visitabili i Castelli idraulici di Fontana di Trevi e di Fontana dell’Acqua Paola e la Chiocciola di Villa Medici.

Apre al pubblico in via eccezionale anche SpaziMultipli, un avveneristico studio in cantiere all’Eur per la sede di una azienda ad alta tecnologia. La costruzione, una volta ultimata, somiglierà a una navicella sospesa. Il cantiere Enterprise sarà aperto dalle 12 alle 18. Ingresso in via Eufrate 4.

Continua a leggere su Il Messaggero

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *