Centro per l’Artigianato Digitale: al via la Call per gli Artigiani e le PMI


Un centro, il primo in Italia, dedicato al rilancio delle attività artigianali grazie all’utilizzo dei nuovi strumenti digitali. Nasce a Cava de’ Tirreni il Centro per l’Artigianato Digitale (CAD) uno spazio inedito in cui gli artigiani e i maestri del Made in Italy hanno la possibilità di partecipare ad un percorso innovativo di aggiornamento professionale della durata di 12 mesi.

Durante questo periodo, le imprese artigiane incubate avranno l’opportunità di formarsi sull’uso delle nuove tecnologie digitali e, allo stesso tempo, di continuare a svolgere la propria attività commerciale all’interno delle botteghe presenti in struttura.

In attesa dell’apertura ufficiale del Centro e delle sue attività, la conferenza ha presentato il programma, gli spazi, le attività e le iniziative che partiranno da questa estate, aprendo ufficialmente la call per gli artigiani i quali, a partire dal 1 marzo 2018, avranno due mesi di tempo per partecipare alle selezioni e far parte del programma “Atelier d’Artigianato Digitale”.

Il Centro per l’Artigianato Digitale è un progetto voluto dal Comune di Cava de’ Tirreni e gestito da Medaarch srl stp, società specializzata nelle tecnologie di digital fabrication, la cui compagine ha costituito il primo fab lab dell’Italia Meridionale, il Mediterranean FabLab. Attraverso servizi di formazione e assistenza tecnologica, promozione, organizzazione di eventi, commercializzazione, consulenza, marketing e comunicazione, le imprese che parteciperanno al programma Atelier d’Artigianato Digitale, saranno guidate verso un percorso di aggiornamento professionale, attraverso l’utilizzo del digitale.hanno affermato i gestori del CAD. – Il Centro per l’Artigianato Digitale vuole essere un esempio concreto di come la tradizione e l’innovazione possano, non solo coesistere, ma rappresentare insieme la vera chiave per la crescita e il rilancio delle attività produttive.”.

La conferenza di lancio delle attività è stata presentata dal team della Medaarch presso la Mediateca MARTE. Sono intervenuti Vincenzo Servalli Sindaco di Cava de’ Tirreni, Eugenio Canora Consigliere Comunale di Cava de’ Tirreni con delega all’innovazione e start up, Gennaro Crescenzo responsabile territorio Sud di Banca Sella, Franco Risi Presidente di Confartigianato Salerno, Lucio Ronca Presidente di CNA Salerno, Edoardo Gisolfi Presidente servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno, Andrea Prete Presidente Unioncamere Campania, Valeria Fascione Assessore all’Internazionalizzazione, Start up, Innovazione della Regione Campania.

La digitalizzazione è un fattore chiave per la crescita del Paese – ha dichiarato il Presidente di Unioncamere Campania, Andrea Prete. Unioncamere sta portando avanti diverse iniziative ed attività per sostenere questo processo: abbiamo, infatti, approvato il progetto “Punto Impresa Digitale” al fine di promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese di tutti i settori economici. In tal modo, intendiamo favorire la consapevolezza da parte delle aziende dei benefici offerti dalla digitalizzazione in ottica di Impresa 4.0.”.

“Il Centro per l’Artigianato Digitale è una grande opportunità per il nostro territorio. – ha detto l’assessore all’Innovazione della Regione Campania Valeria Fascione – È il primo centro che si apre alle imprese artigiane per rinnovare processi e prodotti attraverso le nuove tecnologie. Una sfida che l’artigianato del nostro territorio non può perdere, per promuovere la competitività e l’eccellenza. “Come Giunta De Luca abbiamo già predisposto un intervento integrato a favore del sistema artigiano regionale del valore di 30 milioni di euro in cui particolare rilevanza viene data proprio ai nuovi modelli di business che utilizzano le tecnologie digitali come elemento chiave del processo di innovazione”.

Durante il suo intervento Gennaro Crescenzo ha dichiarato che Banca Sella sosterrà le imprese artigiane ammesse al programma Atelier di Artigianato Digitale del CAD stanziando voucher per una somma complessiva di seimila euro. Ne supporterà inoltre i processi di innovazione, anche tramite SellaLab, il proprio centro di innovazione per le imprese recentemente aperto a Salerno: “Con questa iniziativa – ha detto Gennaro Crescenzo – vogliamo dare un ulteriore segnale di attenzione e di sostegno alle realtà imprenditoriali della regione e in particolare a quelle artigiane, che rappresentano da sempre un elemento importante per la crescita economica del territorio”.

Per partecipare al programma Atelier di Artigianato Digitale del CAD, le imprese interessate dovranno inviare la documentazione descritta all’interno della call, all’indirizzo PEC medaarch.srl@pec.it a partire dal 1 marzo 2018.

Il 4 maggio 2018 la Medaarch contatterà le aziende identificate per la partecipazione del programma AAD. Dopodiché, entro il 21 maggio 2018 l’attività artigianale selezionata dovrà firmare il contratto per i servizi del programma AAD e allestire la propria Bottega.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.